Pinocchio

Può aver senso leggere le avventure di Pinocchio dopo l’infanzia? Un’altra domanda lecita da porsi è anche se in un’epoca di forte crisi di valori sia una scelta adeguata per riscoprire norme di vita e rettitudine rigide e forse un po’ antiquate come quelle proposte nell’opera di Collodi. Lo stile dell’opera risente dell’età, ovviamente, e…

“Il deserto dei tartari” di Buzzati – appuntamento di Marzo

Riguardo al nostro prossimo appuntamento, continuiamo la rassegna letteraria con “Il deserto dei tartari” di Dino Buzzati, del quale la cara Raffaella si è offerta molto coraggiosamente di curare una breve riflessione che introduca il libro al resto del gruppo. Ci troveremo per parlarne insieme il giorno dell’equinozio di primavera, ossia la sera di martedì 21 Marzo alle…

“Racconti dell’età del jazz” di Francis Scott Fitzgerald

Martedì scorso ci siamo immersi nell’America degli anni ’20 grazie ai “Racconti dell’età del jazz” del buon Francis Scott Fitzgerald, autore americano che tre anni dopo la pubblicazione di questa antologia diventerà celebre per “Il grande Gatsby”.   La raccolta si compone di 11 racconti che fotografano da punti di vista differenti l’America dei “ruggenti” anni…

“Il profumo” di Patrick Süskind

Buona sera a tutto il gruppo di lettura! Mercoledì sera ci siamo visti per parlare del controverso romanzo di Patrick Süskind, “Il Profumo”.   Ambientata nella Francia del XVIII secolo, la storia narra della straordinaria vita di Jean-Baptiste Grenouille, un orfano nato e abbandonato nel quartiere più povero e maleodorante di Parigi. La sua vita sarebbe…

Lettere di don Lorenzo Milani – Priore di Barbiana

La lettura della collezione epistolare di don Lorenzo Milani non è stata scelta solo per la ricorrenza del cinquantesimo anniversario della sua scomparsa. La raccolta si pone anche come espediente letterario che ci permette di far luce anche sull’uso di un linguaggio che non ci si aspetterebbe nell’ambito curiale. I livelli di lettura sono molteplici;…

Essere sulla strada

Modo di dire per significare che una persona è stata espulsa da un contesto in cui viveva. E sottolineo in cui viveva per meglio comprendere l’atto di espulsione violento, improvviso, proditorio che scaraventa la persona sulla strada, vale a dire in un luogo che non ha inizio e fine, una striscia di terreno arido, brullo,…